Anniversario di matrimonio


Ciao mi chiamo Piergiorgio, ho 30 anni, abito a Roma e sono sposato da poco piu’ di un anno con Giovanna, 27 anni castana alta un metro e settanta con un culetto bello sodo ed una quarta di seno.
Vorrei raccontarvi il ‘regalo’ che ho fatto a mia moglie per il nostro primo anniversario di matrimonio.
Era un po’ di tempo che mentre io e mia moglie facevamo l’amore le sussurravo, per farla eccitare maggiormente, che avrei voluto scoparla insieme ad un altro uomo oppure insieme ad un’altra donna e le chiedevo cosa lei avrebbe fatto in quelle occasioni. Dopo le prime volte che, forse per vergogna, mi rispondeva che non l’avrebbe mai fatto e di smettere di dirle quelle porcherie ha iniziato a rispondere alle mie richieste in modo sempre piu’ appassionato. Pochi giorni prima del nostro anniversario mi sono deciso che era ora di provare a coinvolgerla nelle mie fantasie, anzi mi è venuta in mente una idea ancora migliore, invece di coinvolgere un uomo o una donna ho deciso di coinvolgere un transessuale. Mi sono recato cosi’ per un paio di giorni sulla Palmiro Togliatti, zona frequentata da trans e prostitute nigeriane. Ho dovuto faticare un pochino per trovare la persona che volevo in quanto o trovavo tipi troppo mascolini o i trans che assomigliavano a donne avevano il cazzo troppo piccolo o non funzionante. Per fortuna il secondo giorno ne ho trovato uno, che a dire la verita’ in un primo momento non avevo considerato in quanto mi sembrava proprio una donna. Questo trans si chiamava Carla, veniva dal Venezuela era bionda alta all’incirca come mia moglie ed aveva un uccello veramente notevole. Mi sono accordato con Carla, mi ha chiesto cinquecento mila lire per tutta la notte, e la ho messa alla prova. Ho pagato una prostitura nigeriana per vedere se Carla, oltre ad essere passiva, era capace di scopare una donna in modo docente. Ne sono rimasto molto soddisfatto.
Ho aspettato con ansia il giorno dell’anniversario, quando il fatitico giorno è arrivato sono andato a prendere Carla prima che mia moglie ritornasse dal lavoro e l’ho fatta nascondere nell’armadio. Quando Giovanna è tornata a casa abbiamo fatto una cena molto veloce e siamo andati subito a letto.
Dopo un po’ che stavamo a letto l’ho bendata e ho iniziato a leccarle la fica. Dopo cinque minuti sono andato a chiamare Carla che subito, con addosso solo un paio di slip, ha iniziato a leccare la fica a mia moglie mentre io le guardavo da sopra la poltrona. Dopo un po’ ho detto a mia moglie:
“Togliti la benda che ho una sorpresa per te…”
Mia moglie si e’ tolta la benda e ha visto che a leccarle la fica non ero io ma una ‘donna’. Mia moglie si e’ eccitata moltissimo da questa sorpresa e mi ha pregato di avvicinarmi perche’ voleva il mio cazzo in bocca. Mi sono avvicinato e le ho accostato il mio cazzo ormai durissimo, visto lo spettacolino a cui stavo assistendo, alla bocca che subito ha ingoiato fino in fondo. Leccava in maniera fantastica con una foga mai usata in precedenza. Dopo un po’ le ho detto:
“Ora girati che voglio scoparti alla pecorina intanto ricambia la leccata di Carla”
Mia moglie si e’ alla pecorina facendo distendere Carla davanti alla sua faccia. Io ho preso cosi’ a stantuffarla da dietro. Mia moglie intanto stava per abbassare gli slip di Carla quando si è accorta che c’era qualcosa di strano. Ha finito di abbassarle gli slip e ne e’ uscito un cazzo non ancora completamente in tiro ma gia’ di notevoli dimensioni.
“Ma sei proprio un porco…” mi ha detto mia moglie, “che cosa vuoi che ci faccia con questo cazzo… vuoi che lo succhi fino a farlo sborrare… o vuoi che mi rompa la fica e il culo?”
Ho subito capito che quella di mia moglie non era una domanda ma era cio’ che aveva intenzione di fare con il cazzo di Carla, infatti neanche finita la frase si e’ buttata voracemente a succhiare il cazzo che aveva davanti che diventava istante per istante piu’ lungo e duro. Vedevo Carla gemere di piacere e gridare a mia moglie frasi del tipo:
“Succhia pompinara, che dopo ti scopo mentre tuo marito mi incula” oppure “Lecca troia, non dimenticare le palle che voglio farti fare una bevuta di sborra colossale” ecc.
Mia moglie era cosi’ eccitata che quasi non si accorgeva che io la stavo scopando da dietro, ma dopo un po’ ha iniziato a mugolare anche lei, che presa tra due cazzi, non sapeva piu’ da che parte parare i colpi. La cosa e’ andata avanti per un po’ fino a quando Giovanna è venuta lanciando un urlo disumano, ancora piu’ eccitata per l’orgasmo avuto ha iniziato a succhiare il cazzo di Carla in modo sempre piu’ energico e quando ha sentito i gemiti di Carla si e’ girata verso di me dicendomi:
“Vuoi vedere come bevo tutta la sborra di Carla?” e girandosi verso Carla “Dai bel cazzone scaricami tutto in gola che voglio berti tutta”
Ancora pochi colpi di lingua e Carla gridando le ha schizzato tutta la sborra in bocca dicendo “Eccola la tua bevanda, bevila tutta troia”
Carla e’ venuta in modo sconvolgente sembrava che non volesse mai smettere di sborrare in quanto, anche sentendo mia moglie deglutire per ben cinque volte non e’ riuscita a ingoriarla tutta e quando si e’ rigata verso di me aveva un rigolo di seme che le scorreva al lato della bocca. Carla si è alzata e baciandola appassionatamente le ha ripulito con la lingua la faccia.
Mia moglie, a questo punto, vedendo che io ancora non ero venuto mia ha detto:
“Dai inculati questa troia mentre mi lecca la fica”
Abbiamo fatto quindi stendere Carla e mentre mia moglie le si e’ messa seduta a cavalcioni sulla sua bocca in modo da farsi leccare la fica io ho iniziato a incularla. Nonostante il lavoro che faceva ho notato che aveva il culo abbastanza stretto. Dopo un po’ Carla ha iniziato a gemere sotto i miei colpi e il suo cazzo ha iniziato nuovamente a prendere consistenza. Mia moglie ha allora iniziato a farle una sega e intanto guardandomi mi diceva:
“Guarda che bel cazzo ha la nostra Carla, quasi quasi mi faccio scopare…”
A quelle parole la mia eccitazione e’ cresciuta maggiormente e sentivo l’orgasmo ormai prossimo. Anche mia moglie se ne e’ accorta e distesasi sul letto in modo da avere la sua faccia vicino a quella di Carla, che subito ha iniziato a baciarla, mi ha detto:
“Vieni qui maritino… sborraci in faccia”
A quelle parole non ho resistito e immediatamente sono uscito dal culo del trans e avvicinandomi alla faccia di mia moglie ho scaricato tutto il mio seme in modo uguale tra la faccia di mia moglie e quella di Carla ed esausto mi sono steso sul letto mentre mia moglie e Carla si baciavano appassionatamente tutte sporche di sborra.
A questo punto mia moglie si e’ stesa sul letto a gambe larghe dicendomi: “Ora mentre tu ti riposi mi faccio scopare da Carla”
Carla allora, con il cazzo ormai completamente in tiro si e’ avvicinata a mia moglie e appoggiandogli in cazzo sulla figa e ha iniziato a passarlo sulle grandi labbra senza pero’ mai penetrarla. In questo modo l’eccitazione di mia moglie e’ arrivata alle stelle fino a quando ha iniziato a implorarla:
“Ti prego, scopami, non ne posso piu’… sbattimelo dentro… sfondami la fica…”
Improvvisamente e senza preavviso Carla ha affondato il colpo penetrando mia moglie in maniera molto rude e viste le dimensioni notevoli del cazzo le ha strappato un grido di dolore e le ha fatto mancare il fiato. Carla ha iniziato a pompare furiosamente mentre mia moglie dopo la fase iniziale in cui pregava Carla di fare piano per non essere sfondata ha iniziato ad incitarla: “Ohhh… Siii, continua, sfondami… allargami la fica… spingi piu’ a fondo, facci entrare anche le palle…”
Io e il mio cazzo, eccitati da quello spettacolo, siamo ritornati pronti. Mi sono portato alle spalle di Carla e in un solo colpo gli ho infilato il cazzo in culo iniziando a pompare furiosamente prima in alternanza a Carla e poi in simultanea in modo da rendere le spinte di Carla nella fica di mia moglie sempre piu’ poderose.
Mia moglie ha resistito poco a quel trattamento ed è venuta urlando: “Come e’ bello… vengo… vengoooo….”
Non ancora esausta ha fatto stendere Carla sul letto e si e’ impalata nuovamente sul suo cazzo a smorzacandela mentre io le ho infilato il mio in bocca. Dopo un po’ mi ha implorato di incularla mentre Carla le scopava la fica dicendomi:
“Dai Piergiorgio, vieni ora ad inculare la tua mogliettina… vieni ad allargarmi il buchetto che poi mi faccio inculare dal cazzone di Carla…”
Ovviamente non mi sono fatto pregare e portandomi alle sue spalle le ho leccato il buchino per lubrificarlo anche se non era necessario in quanto era cosi’ bagnata che le secrezioni vaginali la bagnavano tutta fino al ginocchio. Ho appoggiato, quindi la cappella al suo buchetto ed ho iniziato a spingere piano per non farle male ma lei ha alzato le sue chiappe e se lo e’ infilato nel culo in un sol colpo. Sentivo il cazzo di Carla a stretto contatto con il mio come se la membrana che divide la fica dal culo non esistesse, sentivo la cappella del cazzo di Carla strusciarsi con la mia e questo mi provocava un piacere mai provato prima. Mia moglie urlava dal godimento:
“Dai, inculami piu’ forte, oggi voglio essere sfondata completamente… Dimmi, Piergiorgio, e’ meglio il mio culo o quello di questa troia…”
“Il tuo, il tuo…” gli rispondevo mentre Carla mi diceva:
“Senti come urla questa troia di tua moglie… allargale bene le chiappe che dopo tocca a me inculare questa puttana…” e rivolgendosi a mia moglie:
“Godi troia che dopo ti spacco il culo io, ti faro’ godere come non mai, dimmelo che vuoi il mio cazzone nel culo, dimmelo che vuoi essere sfondata…”
Mia moglie rispondeva di si e continuava ad agitarsi in maniera sempre maggiore. Quando ho ritenuto di aver allargato per bene il culo di Giovanna le ho sfilato il cazzo e l’ho fatta mettere a pecorina e le ho infilato tutto il cazzo in bocca mentre Carla alle sue spalle si apprestava a sbatterglielo dentro. Ha iniziato prima a penetrarla lentamente per non farle male poi su invito di mia moglie ha incominciato a martellarle il buco del culo in maniera sempre piu’ poderosa. Mia moglie ad ogni spinta di Carla ingoiava il mio cazzo fino in fondo. Avevo una voglia pazzesca di venire ma questa volta volevo sborrare in bocca a Carla in quanto non avevo ancora provato le sua capacita’ di pompinara. Mi sono alzato nonostante le proteste di mia moglie che voleva ancora il cazzo in bocca e mi sono messo in piedi vicino a Carla con il cazzo all’altezza della sua bocca. Continuando ad inculare mia moglie, Carla ha preso il mio cazzo in bocca ed ha cominciato a pompare. Mia moglie ha avuto l’ennesimo orgasmo e non ancora sazia si e’ messa a pancia in su infilandosi nuovamente il cazzo di Carla nel culo. Da questa posizione poteva vedere agevolmente le labbra del trans stringersi intorno alla mia cappella mentre con una mano mi accarezzava le palle.
“Dai vienile in bocca, affoga di sborra questa puttana…” mi gridava mia moglie e rivolgendosi a Carla “…e tu puttana continua a sfondarmi il culo, cosi’ piu’ forte… fammi un clistere di sborra… voglio sentirti nelle mie viscere…”
A quel trattamento non ho resistito molto e in breve sono venuto nella bocca di Carla che in parte ha ingoiato il mio sperma mentre ne ha conservato una buona parte in bocca e quindi piegandosi in avanti senza toglierle il cazzo dal culo lo ha passato a mia moglie baciandola appassionatamente. Mia moglie ha ingoiato la restante parte del mio sperma leccando anche le labbra di Carla. Carla si e’ nuovamente alzata e ricominciando a spingere il cazzo nel culo di mia moglie gli urlava:
“Sai Giovanna la sborra di tuo marito e’ veramente buona… dimmi che vuoi che ti sborri nel culo… dimmelo che vuoi che ti faccia un bel clistere di sborra…”
Giovanna ormai sull’orlo di un altro orgasmo non riusciva a rispondere in maniera lucida ma si limitava a dire: “Siiii… dai spingi che vengo… dai… siiiii… vengooooooo…”
A questo punto ho sentito Carla aumentare il ritmo dei suoi respiri e in breve e’ venuta nel culo urlando:
“Vengoooo… ti allago il culo troia…”
A questo punto io ero completamente esausto mentre mia moglie ha continuato a scopare ed a farsi inculare da Carla per tutta la notte mentre io le guardavo.
All’alba ci siamo distesi tutti e tre sul letto esausti. Dopo due ore di sonno mia moglie mi ha svegliato mentre Carla dormiva ancora mi è venuta vicino e baciandomi sulla bocca mi ha detto:
“Amore grazie, e’ stato un bellissimo regalo…”

One thought on “Anniversario di matrimonio

  1. Arctaurus 1 ha detto:

    Mia moglie quando aveva solo 27 anni me la scopavo io con vera passione, fu quando ne compi 42 che le proposi di far entrare nel nostro letto una sua sorella (19anni) la mia lei accettò e, da allora la mia cognatina viene spesso a farci visita. Io amo solo la fica, i transa hanno sì le tette ,ma hanno dei clitoridi da far paura, Quindi NO NO NO

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...