Prima vola a 50 anni(I parte)


Siamo Francesca e Marco, 50 e 45 anni, sposati da venti.
Matrimonio normale e tranquillo il nostro.
Francesca nel sesso e’ sempre stata un pochino bigotta, e in tutti questi anni mi ha concesso ben poco, a causa della sua educazione puritana e tradizionalista, mentre io da sempre sognavo quello che ci e’ successo l’estate scorsa.
Vacanza in un villaggio in Kenia.
Un bungalow tutto per noi, composto di un ampio salone a elle, una camera con due enormi letti, un grande bagno e una veranda che da direttamente sulla spiaggia.
All’arrivo il direttore ci accompagna e ci dice, che avremo due camerieri completamente a nostra disposizione e ce li presenta.
Una ragazza di circa 30 anni, Nyle e un uomo coi capelli bianchi, 65 anni sapremo poi, di nome Marius.
Tutti e due di colore e che parlano un discreto italiano.
Il direttore si congeda e i due ci aiutano a disfare le valigie, poi Nyle chiede a mia moglie se vuole fare un bagno e quando lei risponde si, si allontana e va a preparare il tutto.
Marius, dopo aver sistemato tutto, esce sulla veranda. Io stanco dal viaggio mi butto sul letto e mi assopisco.
Nella stanza vi era un forte profumo di incenso e presto mi svegliai. Non sentivo nessun rumore; mi alzai e andai in salotto, nessuno, buttai lo sguardo in veranda e c’era solo Marius seduto che guardava il mare; allora mi diressi al bagno: socchiusi la porta e vidi mia moglie nella vasca e Nyle dietro di lei che le massaggiava la schiena.
Dopo poco, la ragazza disse: signora si alzi e prese a risciacquarla con la doccetta passando le sue mani su tutto il corpo di Francesca.
Strano pensai, Francesca non si e’ mai spogliata davanti a nessuno, possibile che si faccia lavare da una sconosciuta? venga signora, disse la ragazza, ora le faccio qualcosa di speciale che la fara’ stare bene.
In fretta tornai a letto e feci finta di dormire.
Nyle e Francesca escono dal bagno, la ragazza indossa un grembiule verde e mia moglie e nuda avvolta solo da un piccolo asciugamano.
Si fermano un attimo davanti al letto e poi si dirigono in salotto.
Io aspetto 5 minuti e poi piano mi alzo per andare a vedere cosa stanno facendo.
Una piccola luce e’ accesa in un angolo e nell’aria un forte profumo; Francesca e’ stesa a pancia in giu’ sul tavolo e la ragazza la sta massaggiando con dell’olio profumato.
Ora la schiena con lenti movimenti circolari e poi piano piano fino ai piedi; e’ tutta unta e ha una luce particolare.
Non avevo mai visto mia moglie cosi’.
Il massaggio di Nyle ora si sposta sui glutei; si sente che alla donna piace perche’ comincia ad emettere sospiri di piacere e allarga leggermente le gambe per permettere alle carezze di arrivare fino in fondo.
Piano Nyle appoggia un dito sul buchino inviolato e Francesca subito serra le cosce ma la ragazza dolcemente le riapre e riprende a massaggiarla passando dalla fica al culetto.
In quel mentre dalla veranda, entra Marius, il vecchio cameriere; indossa anche lui una specie di camice abbottonato sul davanti e si avvicina al tavolo.
Appena Francesca avverte la sua presenza si alza e coprendosi con l’asciugamano urla: ma non vede che sono nuda, esca subito e bussi prima di entrare.
Se ne vada. Nyle allora dice: no signora lo lasci stare, vedra’ e’ molto bravo, la fara’ stare bene.
Si rimetta giu’.
Non tranquilla Francesca si rimise a pancia in giu’ e la ragazza riprese il massaggio da dove aveva smesso, mentre il vecchio si dedico’ alle spalle ed alla schiena mettendosi alla testa del tavolo.
Le cosce di mia moglie ora erano di nuovo serrate e capivo che la presenza dell’uomo la metteva a disagio ma le sapienti mani di Nyle, presto le fecero dimenticare tutto e si rimise a gambe leggermente divaricate; di nuovo le dita indugiarono prima sul culo e poi sulla fica .
Si giri signora, ora facciamo davanti disse la ragazza.
Francesca ora si gira, ma si vede che la presenza di Marius la mette ancora in imbarazzo perche’ cerca in qualche modo ci coprirsi, ma Nyle sempre rassicurante, le prende le braccia e le distende lungo il corpo.
Chiudi gli occhi, dice, lasciaci fare.
Riprende ad ungerla dappertutto e il massaggio a quattro mani riprende: Francesca chiude gli occhi e sembra rilassata.
Nyle si dedica come prima alle parti basse, mentre il vecchio ricomincia il suo massaggio dal collo, lentamente; le mani si muovono molto sapientemente sul corpo di Francesca che socchiude le labbra di piacere. Io mi sto masturbando non resistendo piu’ alla scena.
Le mani dell’uomo ora stanno circondando completamente il seno soffermandosi ogni tanto sui capezzoli induriti mentre la ragazza si dedica alle gambe e al bacino; il corpo di Francesca e’ lucido per l’olio e mi scopro a pensare che nonostante i 50 anni e’ ancora in perfetta forma; piano piano, allarga di nuovo le gambe appoggiando i piedi sul tavolo, quasi a voler invitare la ragazza a riprendere la strada prima interrotta.
La mano di Nyle ora e’ sulla fica e piano infila un dito, poi due e comincia un lento su e giu’ leggeri mugolii escono dalla bocca di mia moglie e ora le dita sono tutte e cinque dentro di lei; con movimenti circolari e lenti, la ragazza spinge piano la mano che entra sempre di piu’.
Marius nel frattempo si e’ spostato un pochino di lato e ora il suo bacino e vicinissimo al viso di Francesca; si intravede sotto il suo grambiule un discreto turgore.
E continua a stringere il suo seno.
Ora la mano della ragazza e’ completamente dentro a mia moglie fino al polso e si muove su e giu’.
Il vecchio smette il massaggio e con una mano, fa fuoriuscire dal grembiule il suo cazzo e lo appoggia sul tavolo a pochi centimetri dalla bocca spalancata di mia moglie e che ora quasi urlando dal godere.
Le labbra sono quasi a contatto del glande del vecchio che prendendo il cazzo con una mano, ora lo appoggia sulle labbra, che subito lo circondano e avvolgono.
E’ grosso, non tanto lungo ma grosso, e Francesca ha difficolta’ a
prenderlo tutto in bocca da quella posizione.
Il vecchio si sposta un po’, quasi a volersi togliere, ma vedo che lei allunga la mano e prende il cazzo per non farlo andare via; aspetta dice lui, ora ti metto meglio e cosi’ dicendo la sposta un pochino indietro, cosicche’ la testa di mia moglie ora penzola dietro al tavolo. Marius le si sistema davanti e lei golosa se lo infila in bocca;
Nyle intanto ha tolto la mano dalla fica e si sta dedicando nuovamente al culetto infilando piano piano prima l’indice e poi il medio.
Io sono al settimo cielo; non so se uscire e andare li o rimanere; decido di non interrompere la scena.
Mia moglie, la pudica, sta succhiando il grosso cazzo di un uomo di colore e si sta facendo inculare dalle dita di una donna. Marius, disse Nyle, vieni che la signora e’ pronta. Il vecchio si sposto’ e ando ‘a mettersi di fronte a mia moglie.
La ragazza le alzo’ le gambe e prese il cazzo del vecchio e lo appoggio’ sulla fica; lui spinse piano e le entro’ dentro completamente e comincio’ a scoparla.
Nyle si tolse il grembiule e ando a mettersi nella posizione prima occupata dall’uomo e prendendo il viso di Francesca, appoggio’ la bocca alla sua fica; Francesca comincio subito a muovere la lingua; per me era incredibile vederle fare certe cose, quanti anni ho perso pensai.
Marius estrasse il cazzo dalla fica e lo appoggio’ al buchetto del culo; no, grido’ Francesca, li no, interrompendo la leccata; ma di nuovo Nyle la rassicuro’: lascialo fare, non ti fara’ male ma ti fara’ godere come non hai mai goduto, ora leccami e rilassati.
Il vecchio si appoggio’ con il peso del corpo sulle gambe alzate di mia moglie, avendo cosi’ il buchetto in primo piano e appoggio’ il cazzo.
Prese di nuovo un po’ d’olio lo fece colare sul culo e sul bastone ungendolo ben bene, e guidandolo con una mano, piano infilo’ l’enorme cappella nel culo di Francesca che urlo’ no, non voglio mi fai male togliti.
Marius si tolse subito e rimise il cazzo nella sua fica riprendendo a scoparla
Ora stava urlando di piacere, incurante che io potessi sentirla.
Nyle si abbasso’ e comincio’ a leccarla in un magnifico 69; di nuovo Marius tolse il cazzo e lascio’ la fica alla lingua della ragazza ma lo appoggio’ di nuovo al culo, ma questa volta, spinse decisamente ed entro’ tutto.
Rimase fermo per lunghi interminabili attimi finche vidi che ora era il bacino di mia moglie che si muoveva cercando di spingerlo sempre piu’ a fondo.
Il vecchio allora prese a darle dell forti spinte entrando in Lei fino in fondo.
I tanti anni, io non ero riuscito nell’intento.
Si era sempre rifiutata dicendo che faceva male ed ora stava prendendo quel cazzo che era molto piu’ grosso del mio.
Continuarono cosi’ per lunghi interminabili minuti.
Le due donne raggiunsero molti orgasmi mentre Marius non sembrava voler smettere e si alternava ora nella fica ora nel culo.
Nyle a qual punto scese e venne verso di me.
Si inginocchio’ e si mise il mio cazzo in bocca.
Sapeva che ero sempre stato li’ a guardarli. vieni da tua moglie disse, ora tocca a te.
Mi accostai al tavolo e infilai il cazzo in bocca a Francesca che subito apri’ gli occhi e cerco’ il mio sguardo che fu rassicurante ed allora continuo’ a succhiare avidamente.
Dissi a Marius, che volevo prendere il suo posto e lui torno’ a riempire col suo cazzo la bocca di mia moglie mentre io finalmente riuscivo ad incularla.
Trovai il suo buco, gia’ oliato e usato e scivolai in lei molto facilmente e cominciai a spingere.
Venni subito e restai dentro di lei, spompato.
Mia moglie intanto stava menando il cazzo del vecchio con due mani tenendosi la cappella in bocca e lo fece godere ingoiando tutto e avendo cura di ripulirlo ben bene.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...