La masturbatrice perversa


Sono sposata da 2 anni (io ne ho 25); mio marito è molto preso dal suo lavoro di rappresentante e lo vedo solo il fine settimana.
Mi sono sentita subito frustrata, ma non volevo tradirlo.
Allora ho trovato una soluzione di compromesso approfittando del mio lavoro part-time come cameriera in un bar.
La mia ultima avventura vi mostrerà come me la cavo.
Qualche sera fa, mi sono lasciata rimorchiare da un cliente sulla quarantina che già avevo visto altre volte nel locale.
Discretamente, gli ho chiesto di aspettarmi in macchina.
Mentre finivo di lavorare, mi bagnavo pensando che il tipo aveva il cazzo duro per me!
L’ho raggiunto in una stradina tranquilla e mi sono seduta in macchina accanto a lui, che era vestito con un impeccabile completo e una cravatta di seta molto costosa, regalo della moglie mi ha detto, a cui (lei) teneva moltissimo.
Mi ha proposto di andare a casa sua, ma gli ho risposto che non potevo, che il mio fidanzato mi aspettava… insomma un sacco di scuse belle e buone!
Quando mi ha appoggiato la mano sulle cosce, l’ho respinto dicendogli di lasciarsi fare come dicevo io oppure me ne sarei andata subito.
Gli ho tirato fuori il cazzo.
Mi piace sempre moltissimo il momento in cui l’uomo pensa solo a svuotarsi i coglioni e comincia a indebolirsi!
Ed è vero che mi piace sentire il suo sesso ingrossarsi e indurirsi fra le mie dita.
Adoro moltissimo fare le seghe, sentirmi completamente padrona della situazione, libera di far godere l’uomo come e quando voglio io, e spesso torturo così a lungo l’uccello in questione da fargli venire delle fitte alle palle: sono crudele, lo so, ma mi eccita un casino veder la sborra sprizzare come un geyser, alla fine.
E così, girata verso di lui, ho cominciato a masturbarlo, andando a cercare i coglioni pieni di sborra negli slip.
Come tutti gli uomini, in quel momento ha sussurrato:
“Se vuoi, te lo infilo fino in fondo!”.
“Per il momento, lasciati fare”, ho risposto semplicemente io, palpandogli i testicoli intostati.
Oh sì! Adoro quel momento perché sento che l’uomo è incapace di resistermi.
Facevo scivolare lentamente le dita su quel sesso fremente, tirando al massimo la pelle del prepuzio verso il basso.
E quello che mi piace di più è sapere che l’uomo vorrebbe fottermi ma non riesce a trattenersi.
Questo stava cedendo troppo in fretta però.
Quando mi ha detto:
“E’ bellissimo! Ho una gran voglia di sbatterti, ma sto quasi per venire, cazzo…”, mi sono subito bloccata, stringendogli decisamente la base dell’asta.
Era così eccitato che non c’era nessun pericolo che la “tensione” calasse, così l’ho lasciato calmare per un po’ , mentre mi sono avvicinata con la bocca alla sua, fin quasi a baciarlo, per poi proseguire giù lungo la sua giacca firmata e la cravatta della moglie, fino ad arrivare al suo sesso, ancora rigido nella morsa della mia mano.
Non prendo mai in bocca nessun uccello tranne quello di mio marito, così ho mimato un pompino, versandogli un po’ di saliva sulla punta della cappella fremente, e spalmandogliela con l’altra mano tutto attorno il glande e la corona, con lenti movimenti che strapparono dei gemiti all’uomo.
Temendo che gli venisse un infarto, ho deciso di concludere il lavoretto.
Ho ripreso a menare dapprima dolcemente il suo palo; quando ho sentito il succo salire nel suo sesso, ho accelerato decisamente.
Dirigendo il getto verso di lui, il suo sperma è finalmente schizzato, andando a spiaccicarsi col primo getto, splat, sulla sua faccia, mentre il resto dell’abbondantissima eruzione l’ho sparato verso la famosa cravatta, inondandola, ciaff, completamente.
Come sempre, a questo punto sono scesa di corsa dalla macchina salutando di fretta il mio compagno mezzo svenuto e annegato nella sua stessa sborra, sono montata sulla mia auto e mi sono fatta un ditalino distensivo guidando verso casa.
Le risate che mi sono fatta immaginando le spiegazioni alla moglie riguardo la cravatta buona, ve le potete immaginare!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...