La mia alunna


Eravamo andati in gita a Venezia, con la mia classe 5a A, assieme ad un’altra classe e con 4 insegnanti tra cui una mia carissima collega di italiano…. .ero molto arrapato, avevo sempre il cazzo duro…. ..cercavo da tempo di scoparmi la mia collega 36enne, molto carina, moglie di un cardiologo, ma non ne ho mai avuto l’occasione…. ricordo che una notte, in albergo, sentimmo dei rumori provenire da una stanza dove dormivano 4 ragazze.
Aprii la porta della mia camera e mi trovai davanti le mie colleghe in pigiama che mi chiedevano cosa fosse successo. Dissi loro che non lo sapevo, ma che sicuramente erano alcune ragazze che stavano divertendosi. Le invitai ad andare a dormire dicendo loro che ci avrei pensato io a sistemare le cose. Grate per il mio sacrificio notturno, erano le 3 di notte, se ne andarono a dormire, e anche la mia bona collega, non prima che io la guardassi insistentemente il seno.
Cominciai a girare per le stanze, affacciandomi appena all’uscio per controllare se dormissero…nulla…. tutto taceva. Le ragazze sembravano angiolette. Restava solo una stanza, la stanza di una mia allieva 18enne, la mia preferita.
Ero in pigiama… aprii la porta senza far rumore…. ma non vidi nulla di strano…. Sonia, la mia allieva preferita, dormiva beatamente…. era sola… perché dispari… ogni stanza conteneva due alunni e lei era rimasta spaiata…. entrai senza far rumore…. .la vidi che dormiva…. era bella…. le gambe sode fuori dalle lenzuola….
Quella vista mi fece rizzare il cazzo…aveva la camicia da notte sollevata, tanto da scoprire le gambe…. dormiva a sonno pieno…. con un leggero russare…. .era una ragazza che mi piaceva molto…. la sua bellezza derivava dall’essere una 18enne bella, piena, sensuale…. un seno ancora piccolo, ma duro e appuntito, belle gambe sode…. e una bocca che era il suo pezzo forte… piena… carnosa… insomma, vederla lì… con la bocca socchiusa…. le gambe scoperte… fino agli slip… insomma ero eccitatissimo… l’osservai…. dormiva beatamente…. la guardavo… e mentre la guardavo, mi toccai il cazzo duro da sopra il pigiama…. lei fece un movimento… non so…. dormiva… o no… penso di sì… insomma… in quel momento ero certo di sì…. pazzo, eccitato…. lo tirai fuori dal pigiama…. e cominciai a carezzarmi le palle gonfie…. l’asta…. poi presi a menarmelo… furiosamente… davanti al suo viso…non ci vidi più… non pensai alle conseguenze…. vedere quella bocca semichiusa…. .la mia eccitazione a mille…. il cazzo che sembrava scoppiare… duro… due palle grosse…. .allora in un impeto di pazzia…. appoggiai la capocchia rosea alle sue labbra…. lei dormiva…. per un attimo il suo respiro si fermò…. come se avesse visto il mio gesto… ma poi riprese…. lo tenevo appoggiato alle sue labbra… lei dormiva…. con le labbra socchiuse…. la capocchia era tra le sue labbra…. così…pian piano, continuai a segarmi… ero come impazzito… chissà cosa avrei fatto se lei non si fosse mossa…. mi immobiizzai per paura che si svegliasse…. poco dopo mi rassicurai… e continuai… sempre appoggiandolo tra le labbra socchiuse, quasi aperte…. non so… ancora oggi credo di aver sognato…. lei aprì un po’ la bocca… lo spinsi un altro po’ dentro…. non so… mi era sembrato di sentire la sua lingua… ma forse era una mia impressione… certo è che mi sentii lo sperma che saliva dalle palle…. ed io cercai di tirarmi indietro…. ma non feci in tempo a spostarmi completamente…. lo spruzzo di sperma che io cercai di frenare con la mano, la colpì tra le labbra… ma solo un po’… il resto sembrò una pisciata di sperma…. che voglia di farmi fare un pompino e farle gustare tutto…. venirle in bocca…. chiusi gli occhi godendomi la sburrata…. quando li riaprii lei aveva la bocca chiusa… e si era ingoiata anche quel po’ di sperma che era finito tra le labbra…. presi il mio fazzoletto e in silenzio pulii a terra e mi pulii le mani… lei intanto era un po’ agitata…. si muoveva… si contorceva…. non trovava la posizione e si scoprì tutta… si vedevano le mutandine e sotto traspariva la peluria del pube giovanile… il dubbio…. era sveglia e aveva partecipato o dormiva?… non lo saprò mai…. si agitava perché lo voleva o per un brutto sogno?… non lo saprò mai…. .ormai avevo pulito…. improvvisamente aprì gli occhi e mi vide in piedi…. COSA C’E’?…. .disse…. NIENTE SONIA…. NIENTE…. HO SENTITO UN RUMORE PROVENIRE DALLA TUA
STANZA E SONO VENUTO A VEDERE…. MA DORMI…SU’…. DORMI…. E COPRITI…. .SEI TUTTA SCOPERTA…. TI AGGIUSTO LE LENZUOLA…. lei sorrise e disse…. GRAZIE PROFESSORE… GRAZIE…GRAZIE DI TUTTO…. .sobbalzai… DI TUTTO? E DI COSA? Lei sorrise ridendo maliziosamente rispose…. MA DI AVERMI COPERTA NO? GRAZIE E …. .BUONANOTTE PROFESSORE…. guardandomi sempre maliziosamente, mentre con la punta della lingua si leccava le labbra sporche di sperma….
Era consapevole o no? Era un gesto spontaneo o si leccò veramente il mio sperma…. non l’ho mai saputo…. lo so… fui un pazzo…. è stata la sburrata più pericolosa della mia vita…. .rimarrò sempre col dubbio. Certo è che, da quel giorno, ogni volta che l’incontravo o in classe, lei mi guardava e sorrideva maliziosamente….

One thought on “La mia alunna

  1. La mia allieva oltre a qualche nozione di violino, ora sa suonare un flauto di nervi. Non le piaceva lo studio, ma dopo che sentì le mie mani sotto la gonnellina che le impastavano le sode chiappette, dopo quel piacere, ha accettato. A dire il vero è stato facile circuirla aveva solo 9 anni. Cmq ora la piccola mi fa di quei pompini da manuale, ma quel che più amo è che fa l’ingoio. E’ molto eccitante guardarla mentre e tutta intenta nel pompaggio; tiene gli occhi assorti, una meraviglia. Il suo corpicino con i primi cenni del fiorire delle gemme delle tettine. Non so come saranno i suoi occhi mentre le lecco la fica calva, o il buchino del culetto, ma sono certo che saranno stralunati. Continuerà questo meraviglioso rapporto? Me lo chiedo continuamente anche se qui ultimamente, le è sfuggito, ma mi ha detto che un suo fratello sposato le ha fatto delle cosine belle. dovrò farmi confessare tutto, intanto le sfrego la cappella sulla sua fessurina e le sborro allagandole tutto l’inguine. Pensate che quando viene da me si porta da casa un paio di mutandine di ricambio, è un gioiellino.Veramente.-

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...